ProgettiScopri gli obiettivi futuri e i risultati già raggiunti

Progetto Zaini 12-05-2021

Perché Progetto Zaini?

Perché è un modo semplice, pratico, coinvolgente, adatto a grandi e piccoli, per essere vicini ai bambini e ragazzi della scuola Senor De Pumallucay, che stiamo aiutando dal 2015.

Un aiuto concreto per andare incontro alle notevoli spese di gestione della scuola.

Quando abbiamo sottoposto l’idea a Marco e Giulia, ci avevano inviato una lista lunghissima… il 10 maggio 2019 scrivevano: “Ti mando la lista delle cose che potrebbero servire nello zaino… vedi tu quali mettere nel progetto, per noi quello che ritenete opportuno va bene, quello che si riesce si fa: DIDO’, COLLA LIQUIDA,TEMPERE COLORI PRIMARI, DAS, MATITE COLORATE, PENNARELLI, GRANDI O PICCOLI, FOGLI BIANCHI DA FOTOCOPIATRICE, FOGLI COLORATI, LIBRO DA COLORARE, PUZLE DI LEGNO CON I GANCI PER PRENDERE I PEZZI UNO AD UNO, ALBUM DA DISEGNO, CORDA PER SALTARE, PALLA, MATITA, TEMPERINO( con raccoglitore), GOMMA, FORBICE, ASTUCCIO, CERETTE, PIATTO, BICCHIERE, TAZZA, CUCCHIAIO, SAPONE LIQUIDO, SPAZZOLINO, DENTIFRICIO, ASCIKIUGAMANO. Per tutta la classe: COSTRUZIONI, CARTONCINI COLORATI. So che è moltissimo, pensate voi cosa di questo si potrebbe chiedere. Calcola che i bambini sarebbero 70, ma va bene anche dividerli o aumentarli.”

2019

La voce si sparge velocemente, e arrivano i primi zaini con il corredo scolastico.
La raccolta permette di preparare i 70 zaini per la scuola materna che erano stati concordati, ma anche i 92 per la prima elementare, la seconda e la terza, che a dicembre 2019 vengono caricati sul container in partenza per il Perù.

Visto che i ragazzi delle superiori hanno iniziato il talleur/laboratorio di sartoria, abbiamo chiesto che confezionassero loro il sacchetto per l’asciugamano, spazzolino e dentifricio. Ecco un campione: FOTO

2020

La voce si spande, l’iniziativa viene adottata da famiglie, rappresentanti dei genitori di qualche classe delle elementari , da gruppi di amici e da persone singole. Anche le catechiste di una classe del catechismo di Vò di Brendola (VI), coinvolgono i ragazzi nel confezionamento di uno zaino. FOTO

Il 22 MARZO 2020 arriva una notizia dal Perù: “Eccoci chiusi in casa, anche noi qui a Yungay… è successo tutto abbastanza all’improvviso, nonostante si sapesse bene cosa stava succedendo in Italia, non capivamo se sarebbe stato lo stesso qui in Perù … Marco”

Il 25 marzo gli zaini arrivano alla missione di Cochahuain.

La scuola non parte, e non ripartirà per tutto l’anno, ma il materiale didattico inviato insieme agli zainetti, viene distribuito fra i bambini che vanno a chiederlo in missione per svolgere i compiti a casa.

Marco chiede di donare parte degli zaini arrivati ai 60 alunni della scuola di Alpabamba, ma visto che la scuola è sospesa, ci si attiva per recuperare gli zainetti, oltre a quelli per la quarta, quinta e sesta elementare.

Alla fine vengono preparati 176 zaini + 13 per la scuola materna, che partono a fine anno, insieme al vestiario e a 92 seggioline , 7 panchine e 5 tavoli, e giochi regalati da una scuola materna.

2021

Il 5 aprile arriva un WhatsApp di Marco con due foto: “Stiamo preparando le ultime cose, per darle domani ai ragazzi.”

Scrive Marco: “In Perù è ancora vietato iniziare le scuole anche solo semi presenziale, noi stiamo facendo un’attività chiamata GREST, sperando di non avere problemi, alla fine è una scuola semi presenziale a tutti gli effetti con qualche attività alternativa. Per quello gli studenti per aula sono molto ridotti. Vi mando qualche foto, i bambini sono davvero felicissimi, se poi riesco ti faccio un video. Che belle cose !!!!”

Scrive Giulia:” Ai bambini della materna cominceranno la settimana prossima e consegneremo anche a loro gli zaini, queste foto sono di alcune classi della primaria con cui abbiamo deciso di cominciare”

Stiamo facendo tutte le cose della scuola a casa nostra, in missione a Cochahuain, perché in Perù è ancora proibito aprire. Di conseguenza, pochi bambini, spazi aperti e improvvisati.